Tributi

 

2016

DELIBERA DI C.C. n 4 del 27/01/2016

DETERMINAZIONE DELLE ALIQUOTE I.M.U. ANNO 2016

  • di applicare le aliquote I.M.U. per l’anno 2016 come segue:
  1. aliquota ordinaria base: 0,85% ;
  2. aliquota ridotta per l’abitazione principale e relative pertinenze: 0,4 % per gli immobili per i quali non compete l’esenzione di cui all’art. 13, c. 2, D.L. 201/2011 (A/1, A/8 e A/9)
  3. aliquota per fabbricati categoria D: 0,76%, ad eccezione dei D10- fabbricati rurali in quanto esenti, come disposto dall’art. 1, c. 708, L. n. 147 del 27/12/2013;

 

  • di applicare la detrazione di € 200,00, fino a concorrenza dell’imposta dovuta, per l’unità immobiliare adibita ad abitazione principale del soggetto passivo e classificata nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 nonché per le relative pertinenze. Tale detrazione è da rapportare al periodo dell’anno durante il quale si protrae tale destinazione;

 

……”

DELIBERA DI C.C. n 24 del 13/04/2016

APPROVAZIONE ALIQUOTE TRIBUTI SERVIZI INDIVISIBILI – TASI- ANNO 2016

 

“….

 

  • di confermare le seguenti aliquote ai fini TASI, già applicate per l’anno 2015:
  1. aliquota TASI nella misura del 2 per mille per l’abitazione principale e pertinenze della stessa, per gli immobili classificati nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9; per la definizione di abitazione principale si rinvia al Regolamento comunale per l’applicazione della I.U.C.- imposta unica comunale – Capitolo IMU, approvato con deliberazione di C.C. n. 20 del 20/05/2014 e modificato con delibera di C.C. n 5 del 27/01/2016;
  2. aliquota TASI nella misura dell’1 per mille per tutti gli altri immobili e aree edificabili, compresi gli immobili “merce”;

 

  • di dare atto che le aliquote di cui al punto precedente producono effetti e quindi devono essere applicate a decorrere dal 01/01/2016;

 

……”

 

DELIBERA DI C.C. N 3 DEL 27/01/2016

DETERMINAZIONE DELL’ALIQUOTA ADDIZIONALE COMUNALE IRPEF ANNO 2016

Estratto:

DELIBERA

 

  1. di confermare, per l’anno 2016, l’aliquota dell’addizionale comunale IRPEF nella misura dello 0,8%;

…..”

——————————————————————————–

2015

Aliquote I.M.U. anno 2015 approvate con delibera di C.C. n.13/2015 :

A. aliquota ordinaria base: 0,85% ;
B. aliquota ridotta per l’abitazione principale e relative pertinenze: 0,4 % per gli immobili per i quali non compete l’esenzione di cui all’art. 13, c. 2, D.L. 201/2011
C. aliquota per fabbricati categoria D: 0,76%, ad eccezione dei D10- fabbricati rurali in quanto esenti, come disposto dall’art. 1, c. 708, L. n. 147 del 27/12/2013;
D. aliquota ordinaria per terreni agricoli: 0,85%

 

TASI-2015

Aliquote TASI anno 2015 approvate con delibera di C.C. n.19/2015

  1. aliquota TASI nella misura del 2 per mille per l’abitazione principale e pertinenze della stessa, come definite nel Regolamento comunale per l’applicazione della I.U.C.- imposta unica comunale – Capitolo IMU, approvato con deliberazione di C.C. n. 20 del 20/05/2014, senza considerare alcuna detrazione;
  2. aliquota TASI nella misura dell’1 per mille per tutti gli altri immobili e aree edificabili;

 

 

IMU TERRENI AGRICOLI

DAL 1 GENNAIO 2014 LO STATO HA MODIFICATO I CRITERI DI APPLICAZIONE DELL’IMU SUI TERRENI (Decreto del 28/11/2014). Il predetto decreto è emanato ai sensi dell’articolo 4, comma 5 bis, ex Decreto legge n. 16/2012, come sostituito dall’articolo 22, comma 2, del Decreto legge 24 aprile 2014, n. 66, convertito con modificazioni, dalla legge 23 giugno 2014 n. 89” ed è stato modificato dal decreto legge 24 gennaio 2015, n. 4, in corso di conversione, pubblicato nella Gazzetta ufficiale n. 19 del 24 gennaio 2015.

PERTANTO LE NUOVE REGOLE SONO LE SEGUENTI:

NEL COMUNE DI ACQUAVIVA PICENA
(altitudine dal centro compresa tra 281 metri e 600 metri):

PER L’ANNO 2014

A) SONO TENUTI al versamento IMU sui Terreni (codice tributo 3914), applicando “L’ALIQUOTA DI BASE” (0.76%), tutti i possessori di Terreni che NON siano coltivatori diretti o imprenditori agricoli professionali.

B) SONO ESENTI dal versamento IMU sui Terreni i coltivatori diretti o imprenditori agricoli professionali.

PER L’ANNO 2015

TUTTI I PROPRIETARI DI “TERRENI” SONO TENUTI al versamento IMU (codice tributo 3914), applicando “L’ALIQUOTA APPOSITAMENTE DELIBERATA”.

MODALITÀ DI CALCOLO

L’importo dovuto a titolo di IMU sui terreni di cui trattasi è calcolato secondo le regole di cui art.13 comma 5 e comma 8 bis DL 201/2011 e smi, e precisamente :

“5. Per i terreni agricoli, il valore è costituito da quello ottenuto applicando all’ammontare del REDDITO DOMINICALE risultante in catasto, vigente al 1° gennaio dell’anno di imposizione, rivalutato del 25 per cento ai sensi dell’articolo 3, comma 51, della legge 23 dicembre 1996, n. 662, un moltiplicatore pari a 135.

Per i terreni agricoli, nonché per quelli non coltivati, posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola il moltiplicatore è pari a 75.

8-bis. I terreni agricoli posseduti da coltivatori diretti o da imprenditori agricoli professionali di cui all’articolo 1 del decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 99, e successive modificazioni, iscritti nella previdenza agricola, purché dai medesimi condotti, sono soggetti all’imposta limitatamente alla parte di valore eccedente euro 6.000 e con le seguenti riduzioni:

a) del 70 per cento dell’imposta gravante sulla parte di valore eccedente i predetti euro 6.000 e fino a euro 15.500;

b) del 50 per cento dell’imposta gravante sulla parte di valore eccedente euro 15.500 e fino a euro 25.500;

c) del 25 per cento dell’imposta gravante sulla parte di valore eccedente euro 25.500 e fino a euro 32.000″.

Le aree fabbricabili su cui i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli a titolo principale esercitano l’attività diretta alla coltivazione del fondo, alla silvicoltura, alla funghicoltura ed all’allevamento di animali, POSSONO OTTENERE, SU LORO SPECIFICA RICHIESTA, L’ASSIMILAZIONE COME TERRENO AGRICOLO, a condizione che sullo stesso permanga l’utilizzazione agro-silvo-pastorale;
Si considerano coltivatori diretti o imprenditori agricoli a titolo principale i soggetti richiamati dall’articolo 2, comma 1, lettera b), secondo periodo, del decreto legislativo n. 504 del 1992 individuati nei coltivatori diretti e negli imprenditori agricoli professionali di cui all’articolo 1 del decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 99, e successive modificazioni, iscritti nella previdenza agricola

TERMINI DI VERSAMENTO

L’imposta IMU sui TERRENI, per l’annualità 2014, deve essere versata in unica soluzione (intero importo annuale) entro il 10 FEBBRAIO 2015

Codice tributo da indicare nel modello F/24 “3914

—————————————————————–

2016

Per il calcolo della IUC è possibile consultare il seguente link: http://www.riscotel.it/calcoloiuc2016/?comune=A047

ATTENZIONE : il servizio NON è gestito dal Comune di Acquaviva Picena.

Per conoscere le aliquote è possibile consultare le Delibere di Consiglio comunale n. 20-21-22-23 disponibili nell’apposita sezione del sito, oppure il  Riepilogo I.U.C.

Guida al versamento IUC

TARI – tariffe 2014

Regolamento per l’applicazione della Imposta Unica Comunale – I.U.C.

versamenti_codici_catastale_errato_su_f24

Condividi
 Scritto da alle 18:25

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di profilazione di terze parti al fine di migliorare l'esperienza degli utenti e di inviare messaggi pubblicitari e informativi rispettando le preferenze dell'utente e le modalità descritte nell'informativa estesa nella quale puoi negare il consenso al loro utilizzo.
Proseguendo la navigazione accetti l'uso dei cookie. Leggi informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi