set 202013
 

Locandina

Per il terzo anno consecutivo il volontariato di Protezione Civile, le istituzioni e il mondo della ricerca scientifica si impegnano insieme per: "Terremoto io non rischio", la campagna informativa nazionale per la riduzione del rischio sismico: oltre 3.200 volontari di 14 associazioni nazionali di protezione civile allestiranno punti informativi "Io non rischio" in 215 piazze, distribuite su quasi tutto il territorio nazionale, per sensibilizzare i propri concittadini sul rischio sismico.

L'iniziativa è promossa dal Dipartimento della Protezione Civile e dall'Anpas-Associazione Nazionale delle Pubbliche Assistenze, in collaborazione con l'Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e con ReLuis-Consorzio della Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica e in accordo con le Regioni e i Comuni interessati.

Sabato 28 e domenica 29 settembre, in contemporanea con le altre piazze in tutta Italia, i volontari dell'associazione E.R.A.-R.N.R.E di Ascoli Piceno e Folignano (AP), coadiuvati dalle Associazioni e dai Gruppi Comunali di Protezione Civile locali, parteciperanno alla campagna "Terremoto io non rischio" con punti informativi allestiti in quattro piazze nella regione Marche per distribuire materiale informativo, rispondere alle domande dei cittadini sulle possibili misure per ridurre il rischio sismico e sensibilizzarli a informarsi sul livello di pericolosità del proprio territorio.

Di seguito l'elenco delle piazze "Io non rischio":

Regione Marche:

- Comune di ANCONA

- Comune di MACERATA

- Comune di FERMO

- Comune di ASCOLI PICENO Piazza Arringo, Associazione ERA RNRE Sezione Provinciale Ascoli Piceno e distaccata di Folignano (AP) piazza ARRINGO.

Condividi
 Scritto da alle 13:00
set 132013
 

I criteri e le modalità previsti dalla normativa in materia per accedere ai benefici di cui sopra sono i seguenti:
1. Studenti che nell'anno scolastico 2013/2014 frequenteranno la scuola secondaria di 1" e 2" grado statale o paritaria

2. residenti e frequentanti nelle Marche

3. residenti nelle Marche e frequentanti in altre Regioni

4. frequentanti nelle Marche e residenti in altre Regioni purché dimostrino di non ricevere lo stesso finanziamento da altra Regione

5. ISEE non superiore a € 10.632,94 (sulla base delle dichiarazioni dei redditi 2013 – periodo di imposta 2012).

Le domande devono essere presentate ENTRO E NON OLTRE il giorno 08 OTTOBRE 2013 all'UFFICIO SEGRETERIA del COMUNE di ACQUAVIVA PICENA, Via San Rocco, 9.

I moduli e le informazioni necessarie ai fini della presentazione delle domande sono reperibili presso la Segreteria del Comune di Acquaviva Picena – Responsabile del procedimento, Sig.ra Costanza Spaccasassi tel. 0735/764005/06 o cliccando QUI  

Condividi
 Scritto da alle 11:21
set 102013
 

Urbino 2019

La Decisione n.1622/2006/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 24 ottobre 2006 istituisce un'azione comunitaria a favore della manifestazione "Capitale Europea della Cultura" per gli anni dal 2007 al 2019, da realizzare annualmente presso due paesi membri dell'UE. Nel 2019 il titolo di capitale europea della cultura sarà aggiudicato a una città italiana e ad una bulgara. Dal 2006, anno di istituzione formale della manifestazione, soltanto due città italiane hanno ottenuto il riconoscimento di "Capitale Europea della Cultura: Bologna nel 2000 e Genova nel 2004.

Si presenta con l'ambizioso obiettivo di contribuire ad un nuovo Rinascimento europeo, la città di Urbino, patria di Raffaello e perla marchigiana, che ha ufficializzato la propria candidatura a Capitale Europea della Cultura nel 2019. Nella splendida cornice di San Salvatore in Lauro a Roma, Urbino si è presentata, illustrando ragioni e peculiarità della propria candidatura. "Urbino è il Rinascimento, Raffaello, il made in Italy. Urbino è il simbolo di una nuova utopia che vuole ispirare una rinascita culturale dell'Europa, come accadde cinque secoli fa", ha ricordato il Presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, che ha aggiunto: "Urbino è la Città ideale, una delle più alte espressioni dell"ingegno dell"uomo, sintesi perfetta di arte, scienza, filosofia. Urbino e le Marche, hanno quindi la potenzialità per vincere la sfida e divenire Capitale europea della Cultura 2019.

A sostenere il progetto di Urbino è scesa in campo una squadra formidabile di sostenitori, guidati da Jack Lang, già ministro alla Cultura del Governo Mitterand, convinto che Urbino e le Marche intere possano incarnare una nuova visione del mondo e dell'uomo.
Condividendo questa visione, che Lang ha raccolto in un "Manifesto per la Candidatura di Urbino", alcune autorevoli personalità hanno aderito al Comitato promotore a sostegno della Candidatura di Urbino a Capitale Europea della Cultura per il 2019, formato da intellettuali di livello internazionale e rappresentanti del mondo dello sport e dello spettacolo, che vanta già cento adesioni. Nomi di primissimo piano quelli che hanno dato il proprio supporto e che – impossibile citarli tutti – vedono in campo, tra gli altri: il premio Nobel Luc Montagnier; il Maestro Ennio Morricone; la giornalista Helene Cooper e il due volte premio Pulitzer, Bob Marshall; lo scrittore Umberto Eco; i premi Oscar, Dante Ferretti e Vittorio Storaro; gli attori Vanessa Redgrave, Luca Zingaretti, Virna Lisi, Neri Marcorè e Cesare Bocci; gli sportivi Valentino Rossi, Filippo Magnini, Giovanna Trillini ed Elisa Di Francisca.

La candidatura è solo l'inizio di un percorso, in cui la visione e le ambizioni si concretizzeranno, offrendo un immagine nuova della città di Urbino, all'interno del contesto culturale europeo.

La Regione Marche ha deciso di sostenere la candidatura del Comune di Urbino a "Capitale Europea della Cultura" per il 2019 ed ha invitato i comuni ad appoggiare formalmente tale candidatura. La scelta di candidare Urbino deriva dalla considerazione che trattasi di un territorio che ha sempre privilegiato uno sviluppo basato sulla cultura e sul turismo. Dal 1998 il centro storico di Urbino è patrimonio dell'umanità UNESCO in quanto la città è stata centro politico e culturale di primaria importanza durante il Cinquecento.
Il Palazzo Ducale è uno dei capolavori più insigni dell'arte rinascimentale. La cittadina visse in questo periodo una fioritura artistica unica, attirando artisti e studiosi da tutta Italia ed oltre, influenzando gli sviluppi culturali europei.

Il Ministero dei Beni Culturali – di intesa con la Commissione Europea- ha pubblicato nel mese di novembre 2012 il bando per il titolo di Capitale europea della cultura per il 2019, che fissa al 20 settembre 2013 la presentazione delle relative candidature per la fase di preselezione.

Le linee Guida della Commissione Europea per le città candidate al titolo di Capitale europea della Cultura pongono l'accento sulla capacità di:
- valorizzare le correnti culturali comuni ai cittadini europei da essa ispirate o alle quali ha apportato un contributo di rilievo;
- promuovere manifestazioni che coinvolgano operatori culturali di altre città degli Stati membri dell'UE e contribuiscano ad instaurare cooperazioni culturali durature e ne favoriscono la circolazione nell'Unione Europea;
- sostenere e sviluppare il lavoro creativo, elemento essenziale di ogni politica culturale;
- assicurare la mobilitazione e la partecipazione al progetto di ampi settori della popolazione e garantire quindi l'impatto sociale dell'azione e il suo prolungamento oltre l'anno delle manifestazioni;
- promuovere l'accoglienza di cittadini dell'UE e favorire la diffusione quanto più ampia possibile delle manifestazioni previste, avvalendosi di tutti i mezzi multimediali e secondo un'impostazione plurilinguistica;

Il Comune di Acquaviva, con propria deliberazione, ha stabilito di sostenere la candidatura della città di Urbino quale Capitale europea della cultura 2019, condividendo la scelta della Regione Marche.

Il sostegno si manifesta inserendo il logo appositamente creato per la candidatura nei materiali promozionali che il nostro Ente predisporrà d'ora in avanti, in modo da rendere visibile l'iniziativa.

Inoltre il comune di Acquaviva Picena, sostenendo detta candidatura, sarà inserito all'interno dell'area web "sostenitori" appositamente creata all'interno del sito ufficiale on line www.urbino2019.eu.

Condividi
 Scritto da alle 00:34
set 042013
 

Locandina De Andrè

A seguito di richiesta scritta di alcuni cittadini di Acquaviva Picena, la Giunta comunale ha deciso di intitolare i Giardini pubblici – adiacenti la Fortezza medievale – a "Fabrizio De Andrè poeta e cantautore", per codificare la memoria di questo grande artista. La cerimonia di intitolazione si svolgerà venerdì 06 settembre 2013 alle 18:30.

In concomitanza di tale riconoscimento l'Amministrazione comunale ha ritenuto altresì opportuno promuovere una serata musicale in memoria di De Andrè ed ha per questo contattato il gruppo musicale di "Antonello Persico e gli Arbor" di Teramo, che si esibirà a partire dalle ore 21:30 in Piazza del Forte (ingresso libero).

Le prime esibizioni di Antonello Persico e gli Arbor, nel 1996, si sono rivelate un successo inatteso. Il 2000 è stato l'anno di nascita di un sodalizio che continua, quello tra la musica e l'impegno solidale. Due grandi appuntamenti pescaresi su tutti: il concerto per l'Associazione Italiana contro le Leucemie-Linfomi e Mieloma (AIL) nel mese di Settembre e quello per l'Associazione Malformazioni Infantili Chirurgiche Onlus (A.M.I.C.O), al Teatro Circus, il 22 Dicembre.
L'attività del gruppo perdura da moltissimi anni e molti sono stati i progetti sociali portati a termine, come l'acquisto dell'elettrostimolatore di Peña, uno strumento chirurgico con il quale si possono eseguire in maniera ottimale interventi correttivi delle malformazioni anorettali, di un ecografo pediatrico e un clown fisso nel reparto di chirurgia infantile di'Ospedale di Pescara, etc.

Nell'ambito della serata acquavivana verranno raccolte offerte da devolvere in beneficenza ancora una volta all'Associazione A.M.I.C.O. (Associazione Malformazioni Infantili Chirurgiche Onlus) di Pescara.

L'Assessore al turismo e cultura Rossi Elisabetta si dice molto orgogliosa e soddisfatta di tale iniziativa, in modo particolare per lo scopo benefico, inoltre afferma che "è con enorme piacere che abbiamo appreso la notizia di aver ricevuto il patrocinio morale da parte della Fondazione Fabrizio De Andrè Onlus, che tra l'altro ci farà pervenire una lettera di saluto scritta dalla Sig.ra Dori Ghezzi, che a causa di ulteriori impegni non potrà essere presente".

Si ringraziano tutti gli sponsor che hanno sostenuto codesta manifestazione (Roland Europe s.p.a., V.G.E. Ascensori, Fast Edit e la Banca Picena Truentina), la Fondazione Fabrizio De André Onlus, l'associazione Pro Loco di Acquaviva Picena, il Faber Club di Acquaviva Picena e tutti coloro che hanno collaborato all'organizzazione.

Condividi
 Scritto da alle 08:56

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di profilazione di terze parti al fine di migliorare l'esperienza degli utenti e di inviare messaggi pubblicitari e informativi rispettando le preferenze dell'utente e le modalità descritte nell'informativa estesa nella quale puoi negare il consenso al loro utilizzo.
Proseguendo la navigazione accetti l'uso dei cookie. Leggi informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi