mar 032015
 

OPEN DAY DONNA
venerdì 06 marzo
dalle 9.00 alle 14.00
Sala Consiliare – Comune di San Benedetto del Tronto
(V.le De Gasperi n. 124)

Il Comitato Pari Opportunità dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Ascoli Piceno ha organizzato per la “festa della donna” anticipato a venerdì 06 marzo, un OPEN DAY DONNA, con l’obiettivo di dare sostegno e consulenza gratuita a favore di tutte le donne del territorio.

L’evento, patrocinato dalla Provincia di Ascoli Piceno, dal Comune di San Benedetto del Tronto, dalla Consigliera di Parità Regionale e Provinciale, si terrà presso la sala consiliare del Comune di San Benedetto del Tronto (V.le De Gasperi n. 124) dalle ore 9 alle ore 14.

Saranno presenti le seguenti professioniste: dottore commercialista, commercialista del lavoro, notaio, avvocato, consulente legale, psicologa esperta in mobbing, odontoiatra, psicologa, nutrizionista, ginecologa, agente immobiliare, architetto, geometra.

per info : 329/4729980   –   329/9507585

open day

 

scarica la locandina

Share on FacebookShare on Twitter+1Pin it on PinterestShare on LinkedIn

Allegati

feb 262015
 

COMUNE DI ACQUAVIVA PICENA
Provincia di ASCOLI PICENO

Comunicazione ai fornitori del codice identificativo degli uffici comunali destinatari della fatturazione elettronica – D.M. n. 55 del 3 aprile 2013 – Art. 1, comma 213, lettera a), Legge n. 244/2007.

Il D.M. n. 55 del 3 aprile 2013 ha disciplinato l’obbligo di utilizzo della fatturazione elettronica nei rapporti economici con la Pubblica Amministrazione, in attuazione delle disposizioni della Legge n. 244/2007, art. 1, commi da 209 a 214.
Per quanto riguarda il nostro Ente, tale obbligo decorre dal 31 marzo 2015 ai sensi dell’art. 25, comma 1, del D.L. n. 66/2014 convertito in legge n. 89/2014, per cui a partire da tale data non potremo più accettare fatture che non vengano trasmesse in formato elettronico, secondo le specifiche tecniche indicate nel D.M. n. 55 del 3 aprile 2013; ricordiamo inoltre che, trascorsi tre mesi da tale data, l’assenza della fattura elettronica impedirà al nostro ente di effettuare qualsiasi pagamento al fornitore.
Al fine di favorire l’attivazione di tali procedure, la normativa stabilisce che le amministrazioni pubbliche debbano individuare i propri uffici designati a ricevere le fatture elettroniche, procedendo a inserirli nell’Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA) al fine dell’attribuzione a ciascuno di essi di un “Codice Univoco Ufficio”, elemento fondamentale che dovrà essere indicato nella fattura elettronica affinché il Sistema di Interscambio (SdI) dell’Agenzia delle Entrate sia in grado di recapitare la fattura elettronica all’ufficio corretto.
Segnaliamo quindi, per quanto riguarda il nostro Ente, gli uffici destinatari della fatturazione elettronica :

Codice Ufficio I.P.A.

Codice Univoco Ufficio Descrizione Responsabile
c_a047 UFD8D5 Uff_eFatturaPA

Maggiore Rosetta

Cogliamo l’occasione per ricordare che il D.L. n. 66/2014 convertito in Legge n. 89/2014 ha stabilito l’obbligatorietà dell’indicazione, nella fattura elettronica, del codice identificativo di gara (CIG), tranne nei casi di esclusione dall’obbligo di tracciabilità di cui alla Legge n. 136/2010, e del codice unico di progetto (CUP), quando previsto; il nostro Ente non procederà, quindi, al pagamento della fattura elettronica qualora non vengano in essa riportati i predetti codici CIG e CUP (quest’ultimo se previsto).

Il Responsabile Area Finanziaria
Dr.ssa Rosetta Maggiore

Share on FacebookShare on Twitter+1Pin it on PinterestShare on LinkedIn
feb 222015
 

COMUNICAZIONE AI FORNITORI DELL’ENTE

 Art. 1, comma 629, lettera b), della legge 23 dicembre 2014, n. 190 (legge di stabilità 2015) Applicazione “split payment”.

Con la presente ricordiamo che la normativa citata in oggetto ha modificato il Dpr n. 633/1972, disciplinante l’applicazione dell’IVA, introducendo l’art. 17-ter: secondo tale nuovo provvedimento, per le cessioni di beni e per le prestazioni di servizi effettuate nei confronti di una serie di enti pubblici tra i quali sono compresi anche i Comuni, prestazioni per le quali tali cessionari o committenti non sono debitori d’imposta ai sensi delle disposizioni in materia d’imposta sul valore aggiunto, l’imposta è in ogni caso versata dai medesimi secondo modalità e termini fissati con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze.

Tale disposizione implica quindi che la vostra azienda dovrà continuare ad esporre l’IVA in fattura, ma il nostro ente non procederà a saldarvi il relativo importo, in quanto esso verrà trattenuto al fine del successivo versamento all’erario direttamente da parte nostra.

Al fine di una nostra e vostra corretta gestione del nuovo meccanismo sopra indicato, vi invitiamo ad aggiungere alle vostre fatture che procederete ad emettere la seguente dicitura:

“Scissione dei pagamenti– Art. 17-ter del Dpr n. 633/1972”.

Share on FacebookShare on Twitter+1Pin it on PinterestShare on LinkedIn
 Scritto da alle 15:50
feb 132015
 

2015-patentino cani

Corso di formazione sulla relazione uomo-cane, organizzato dall’associazione L’amico fedele in collaborazione con i Comuni di San Benedetto del Tronto, Grottammare, Acquaviva Picena, Monteprandone, Carassai.

Essere proprietari di un cane comporta non solo l’assunzione di una precisa responsabilità, ma anche il possesso di conoscenze e competenze che contribuiscano a instaurare una buona relazione tra l’uomo e il suo fedele amico a quattro zampe. Questo percorso formativo rivolto ai proprietari di cani ha, infatti, l’obiettivo di fornire informazioni chiare e facilmente fruibili da un vasto pubblico, dando risposte esaustive alle domande e ai problemi che più frequentemente provengono dai proprietari di questi animali d’affezione.
Il corso prevede 5 lezioni teoriche della durata complessiva di 15 ore, 6 lezioni pratiche, una prova d’esame con tutti i docenti.
E’ previsto un numero massimo di 60 partecipanti.

PROROGATO IL TERMINE PER LA SCADENZA DELLE ISCRIZIONI AL

21 FEBBRAIO 2015

La documentazione necessaria, come riportato sul bando, deve essere trasmessa tramite una delle seguenti modalità:
– Email all’indirizzo patentino@lamicofedele.it
– Protocollo presso l’URP del Comune di San Benedetto del Tronto;
– Racc.a.r. all’indirizzo via Carlo Pisacane n.13 – San Benedetto del Tronto

In caso di difficoltà presso l’URP del Comune di San Benedetto del Tronto è possibile telefonare all’ufficio competente al n. 0735 794333

Share on FacebookShare on Twitter+1Pin it on PinterestShare on LinkedIn